Archivi tag: Alberto Fortis

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, Stag.11, p.27 con Andrea Gioia (live showcase)

PUNTATA 27- 12 giugno ‘18

in studio Andrea Kappa Caponeri

Ospite Grato Andrea Gioia (live showcase)

35229175_10213935315351228_2462814627839344640_n

Andrea Gioia live nei nostri studi, sotto lo sguardo protettivo di Ivan Graziani

Andrea Gioia è un nome noto a chi bazzica Orvieto: trasferitosi da queste parti circa 8 anni or sono, proveniente da Roma, è diventato uno degli artisti più apprezzati, sia per la qualità delle sue composizioni sia per la splendida voce che lo caratterizza. E’ diventato anche un amico di questa Radio (lo ospitammo già nel 2010), tant’è vero che è spesso ospite nelle nostre iniziative dal vivo.

35223385_10213935309951093_3353154351798419456_n

Ebbene, il nostro Andrea sta bruciando le tappe: dopo un tour con Ron, di cui ha aperto diversi concerti, è in rampa di lancio un disco che promette bene, a giudicare dal singolo (con relativo video) che già vi abbiamo proposto qualche settimana fa. A fine estate uscirà qualcos’altro, e poi a gennaio finalmente l’album nella sua completezza. Nel frattempo Andrea è stato così gentile da venirci a trovare in questa serata estiva per anticiparci qualcosa nella versione cruda, ma ancor più emozionante, chitarra e voce, live negli nostri studi in esclusiva (come dicono quelli veri) solamente per voi.

A coronare l’esibizione di Andrea, ancora un pezzo di Iacampo (la prossima settimana parleremo con l’artista del suo nuovo lavoro), un brano  fortemente indicato, visto la brutta aria che tira e i porti che si chiudono.

4ebafb74-6bc7-11e8-8d9c-84247469dc85

Gino Santercole, da poco scomparso, in un ritratto d’epoca con Adriano Celentano

E poi ancora un ricordo di Gino Santercole, da poco scomparso, attraverso uno dei capolavori che scrisse per Adriano Celentano, un Alberto Fortis che rilegge se stesso, una fresca e seducente Eleviole? e gli Extraliscio che con la stagione delle feste in piazza mettono fuori la testolina.

E se Andrea Gioia, da romano, è diventato una degli aedi della bellezza di vivere a Orvieto, ecco che il nostro buon Giaccio, per anni partner del vecchio Kappa in questa trasmissione, decide dopo un fracco di tempo di tornare alla scrittura per celebrare, da orvietano, la magia di Torino. Il pezzo va assolutamente visto accompagnato da queste splendide immagini di una Torino che fu, quando ancora l'”ambiente” era l’ “ambiente” (chi ha letto “La donna della domenica” di Fruttero & Lucentini sa di cosa stiamo parlando).

A chiudere ancora un regalo dal vivo di Andrea Gioia che sale sulle spalle di Claudio Baglioni in una versione pazzesca di “Via”.

Scusate se vi abituiamo al meglio.

35211178_10213935314351203_2703745134750597120_n

SCARICA

SCALETTA

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

DIVIDI IL PANE- Iacampo

COME E’ BELLA QUESTA NOTTE- Andrea Gioia (live)

LA CITTA’ PIU’ BELLA DEL MONDO E’ TORINO- Gianmarco Fusari

L’AMORE DI UN TEMPO LONTANO- Andrea Gioia (inedito live)

UN BIMBO SUL LEONE- Adriano Celentano

ALTRE PAROLE- Andrea Gioia (inedito live)

TU CHE NON MI MANCHI PIU’- Eleviole? —-

MILANO E VINCENZO- Alberto Fortis

SCARPA GRIGIA – Extraliscio

VIA- Andrea Gioia live (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.11, p.17

 

PUNTATA 17- 21 marzo ‘18

in studio Andrea Kappa Caponeri

ZenCircus_Magliocchetti_web-�002-2

Gli Zen Circus

La primavera bussa alle porte, le apri e ti accorgi che invece è l’inverno che ti fa dolcetto o scherzetto. Ma tutto ciò non ferma gli intrepidi Sprassolati, che vi snocciolano una playlist che neanche Luca Sofri (ve lo ricordate Luca Sofri?), tra un redivivo Alessio Caraturo e un Fossati d’epoca, tra un pezzo mutevole (e notevole) dell’ultimo lavoro dei Zen Circus, e un inno alla mescolanza come lo storico “Bass Paradis” dei Mau Mau (oh, Mau Mau, quanto v’ho voluto bene!), tra una cover del Battisti panelliano ad opera di Max Collini e Jukka Reverberi (alias Gli Spartiti) e un occhio di bue finale su un album che fu un autentico crinale nella carriera di quel genio improvviso e fugace che si chiama Alberto Fortis.

R-11166604-1511093268-2035.jpeg

SCARICA

http://www.mediafire.com/file/0fpg46w9ldpr4i6/STAG.11%2C%20p.17.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

NON E’ PRIMAVERA- Alessio Caraturo

BASS PARADIS- Mau Mau

ECCO I NEGOZI- Spartiti (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da L.Battisti)

QUESTA NON E’ UNA CANZONE- Zen Circus

L’OROLOGIO AMERICANO- Ivano Fossati

FRAGOLE INFINITE- Alberto Fortis (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

TI DIRO’- Alberto Fortis (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

LIQUIDO BREVE PER BIBO- Alberto Fortis (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI! p.2 con Andrea Torre (“Progressive Land”)

STAGIONE XI- PUNTATA 2 del 23 ottobre ‘17

IN STUDIO ANDREA KAPPA CAPONERI

CON L’OSPITE GRATO ANDREA TORRE

Il nostro Ospite Grato della settimana

Una delle cose più belle della musica è il poterla ascoltare insieme, e parlarci sopra. E’ forse per questo che, mentre crollano le vendite dei dischi, non sembra esserci grande flessione per i concerti.

L’ascolto in comune una volta era cosa consueta: incontravi un amico, ti diceva che aveva appena comprato un disco (o un CD) e nulla di più naturale, se l’artista piaceva anche a te, andare a casa sua, spesso nella sua cameretta, ad ascoltarlo insieme, e poi magari rimetterlo ancora, per capirlo meglio.

In un’epoca in cui la duplicazione prima, e la smaterializzazione in  file e in streaming dopo, hanno relegato questi ricordi a racconti da reduci, ecco che una nottata in radio con un nuovo amico può essere ancora quella cosa là.

In questa puntata è venuto infatti a trovarci Andrea Torre, tarantino, che oltre ad essere una gran bella persona, è anche un batterista e un grande appassionato di musica, specialmente quella di ambito progressive anni 70, su cui ha condotto per anni una splendida trasmissione, “Progressive Land”, che vi invito a cercare su You Tube e Soundcloud.

Il logo della trasmissione radiofonica condotta per anni da Andrea Torre

Ne è venuta fuori una puntata bella corposa, soprendentemente giocata molto anche sull’attualità, con il gusto della reciproca scoperta. Insomma, immergetevi anche voi in questo flusso notturno di musica in cui hanno galleggiato artisti storici come il Banco, Alberto Fortis, Ornella Vanoni, Albero Motore  e Paolo Conte, ma anche belle speranze di grande talento come Giorgio Poi, Peppe  Bonomo e Matteo Fiorino.

SCARICA:

https://www.mediafire.com/file/1jk91ibsy3we2my/STAG.11%2C%20p.02%20%28con%20A.Torre%29.mp3

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

MILANO ODIA, LA POLIZIA NON PUO’ SPARARE- Calibro 35

MADRIGALE- Matteo Fiorino feat. Iosonouncane

NIENTE DI STRANO- Giorgio Poi

MADRE- Bobo Rondelli

I PESCI NON LO SANNO- Peppe Bonomo

PER TE- Paolo Conte

MESSICO LONTANO- Albero Motore

UN GIOCO SENZA ETA’- Ornella Vanoni (dai Genesis, Rubrica “Over the rainbow”)

LA CONQUISTA DELLA POSIZIONE ERETTA- Banco

IL DUOMO DI NOTTE- Alberto Fortis

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI, STAG.8, p.16 con GianMarco Giaccio Fusari

PUNTATA 16 del 10 marzo ‘15

in studio Andrea Kappa Caponeri e Gianmarco Giaccio Fusari

Quando gli amici di sempre se ne vanno lontano a cercare un altrove migliore resti sempre con un grumo duro da mandar giù. Non solo perché ti dispiace non averlo più a portata di mano, quell’amico, ma anche perché ti resta la sottile sensazione che quello che finora avevi creduto, cioè che fosse QUESTO QUI l’altrove migliore che mai si potesse avere, non sia più così tanto vero.

Tutto per dire che quando invece gli amici tornano, almeno la prima sensazione, per qualche giorno, se ne va. L’altra no. E comunque, quando il Giaccio, che con il Kappa ha inventato e condotto per 6 stagioni questa trasmissione, si fa rivedere in zona, non possiamo fare a meno di invitarlo ancora a prendere possesso del suo microfono, e di nuovo sparpagliare parole, più o meno a caso, su questi qua che suonano nei dischi.

L'oggetto antico esposto in vetrina è il Giaccio. No, non quel fustacchione nero dietro, l'altro.

E visto che abbiamo appena citato Jannacci, eccolo il grande dottore con la sua “Si vede”, una canzone cantata con la cinepresa. E poi un temerario Alberto Fortis in apertura (con un pezzo che dura lo scherzo di 13 minuti) e il genio lunatico di Frank Zappa, le tentazioni anni ’80 di Colapesce, l’hybris di quell’orsacchiotto sonoro che risponde al nome di Matteo Beccucci, e la riscoperta di Lelio Lutazzi di raffinata ironia. Insomma, la solita puntata-capolavoro…

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/kga6r14twhvzk0t/STAG.8%2Cp.16+con+il+Giaccio+in+studio.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

TRA DEMONIO E SANTITA’ (pt.1-2-3)- Alberto Fortis

AMORE DI MASSA- Il Genio

DIAVOLO ROSSO- Giovanni Succi (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da P.Conte)

SI VEDE- Enzo Jannacci

TENGO ‘NA MINCHIA TANTA- Frank Zappa (Rubrica “Luci & Ombre”)

LEGATA A UNO SCOGLIO- Lelio Luttazzi

BREZNY- Colapesce

FUOCO NEL CUORE- Matteo Becucci (Rubrica “Cover the rainbow” dai Deep Purple)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

TIMBALLO DI SPRASSOLATI!, p.2

TIMBALLO DI SPRASSOLATI  p.2 – 2 novembre 2010

in studio Andrea Caponeri

ASCOLTA e SCARICA (con il tasto destro)

http://stream.radiorvietoweb.it/sprassolati/mp3/STAG4%2CTimballo%2Cp.2%2C2nov10.mp3

SCARICA

http://www.mediafire.com/?7g12euvm5tm706g (NEW LINK)

Secondo Timballo, con poca ciccia: e lo testimonia la scelta dell’album della Mannoia, nel migliore dei casi ininfluente. Divertenti i due estratti, ma qui si andava di repertorio…

LE TUE PAROLE FANNO MALE- Fiorella Mannoia (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

UNA GIORNATA UGGIOSA- Fiorella Mannoia, cover da L.Battisti (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

ESTRATTO 3, DALLA STAG.3, p.6 del 19 novembre ’08

I BALORDI –Vengono a portarci via (rubrica “Cover the rainbow”)

TUTTA N’ATA STORIA- Pino Daniele

22 COLORI- Mazapegul

ESTRATTO 4, dalla Stag2, p.7, 26 nov. 2008. Ospite Andrea “Cicciuzzo”

Massino

SFOGO- Squallor

UN GIOCATTOLO- Gianmarco Fusari

FRAGOLE INFINITE- So.Ho feat Morgan, cover di A.Fortis (rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG3, p.3

PUNTATA 3- 19 ottobre ’09

In studio Andrea Caponeri e Gianmarco Fusari

Ospite Grato. Dott. Nicola Foti

Puntata segnata in maniera indelebile dall’ospite grato di turno, il Dott. Nicola Foti che, senza tentennamenti di sorta, ci propone uno dietro l’altro brani come “Paranoia” di Battiato e “La Solitudine” di Léo Ferré.
Schiantati da cotanto coraggio non ci resta che edulcorare la pillola, con uno speciale dedicato all’ultimo disco di Samuele Bersani e qualche perla nascosta, tra cui uno splendido Fortis d’annata e una Paola Turci da non perdere. Ma soprattutto e sopra a tutti, c’è Albert One, che si guadagna, primo  caso nella storia della nostra trasmissione ad avere  una rubrica tutta per lui (al tempo pensavamo fosse anche l’ultimo, poi nella stagione 5 è arrivato Giancarlo Paoloni…). Un personaggio mitologico, mezzo uomo e mezzo macchina. A tratti inconcepibile.

ASCOLTA e SCARICA (con il tasto destro)

SCARICA

http://www.mediafire.com/?0j2dsdud8auzdj0 (NEW LINK)

 

CORPORAL CLEGG (sigla)- Pink Floyd

LA NENA DEL SALVADOR- Alberto Fortis

ARRIVEDERCI- Don Marino Barreto jr. (cover da Umberto Bindi)

FERRAGOSTO-Samuele Bersani (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

MANIFESTO ABUSIVO-Samuele Bersani (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

PARANOIA- Franco Battiato

TURBO DIESEL- Albert One (rubrica Albert One, numero unico)

LA MANGIATRICE DI UOMINI- Paola Turci

MARACAIBO- Lu Colombo

LA SOLITUDINE- Léo Ferré

UNA GITA SUL PO (sigla finale)- Gerardo Carmine Gargiulo

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG2, p.22

PUNTATA 22- 25 marzo ‘09

In studio Andrea Caponeri e GianMarco Fusari

ASCOLTA e SCARICA (con il tasto destro)

http://stream.radiorvietoweb.it/sprassolati/mp3/STAG2%2C%20p.22.mp3

SCARICA

http://www.mediafire.com/?6fm64ds22x7ch4h (NEW LINK)

Puntata segnata, oltre che dalla seconda parte dell’intervista a Dente che in conclusione ci “lancia” il gran pezzo di Dalla, dalla pazzesca canzone di Modugno, ingiustamente meno famosa di “Piange il telefono”, pezzo-feulleiton che ha reso lieti i nostri anni liceali, quando con un amico/cugino (non il solito Walter, ma il più sfuggevole P.F.) la cantavamo in macchina, verso il mare, dividendoci le parti del recitato. Davvero un “Luci & Ombre” da podio.

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla)

ALEXANDER PLATZ- Milva

THINKIN’ OUT LOUD– Emiliana Torrini

BUON APPETTITO- Dente (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

Intervista a Dente, parte 2

SEMPRE UGUALE A MAI- Dente (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

COME E’ PROFONDO IL MARE- Lucio Dalla

SETTEMBRE- Alberto Fortis

IL FANNULLONE- Fabrizio De Andrè

COMME SE FA- Roberto Murolo & Mia Martini

13 JUNE- CO2

A CASA TORNEREMO INSIEME- Domenico Modugno (Rubrica “Luci & Ombre”)

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione