Archivi tag: Ivano Fossati

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.11, p.17

 

PUNTATA 17- 21 marzo ‘18

in studio Andrea Kappa Caponeri

ZenCircus_Magliocchetti_web-�002-2

Gli Zen Circus

La primavera bussa alle porte, le apri e ti accorgi che invece è l’inverno che ti fa dolcetto o scherzetto. Ma tutto ciò non ferma gli intrepidi Sprassolati, che vi snocciolano una playlist che neanche Luca Sofri (ve lo ricordate Luca Sofri?), tra un redivivo Alessio Caraturo e un Fossati d’epoca, tra un pezzo mutevole (e notevole) dell’ultimo lavoro dei Zen Circus, e un inno alla mescolanza come lo storico “Bass Paradis” dei Mau Mau (oh, Mau Mau, quanto v’ho voluto bene!), tra una cover del Battisti panelliano ad opera di Max Collini e Jukka Reverberi (alias Gli Spartiti) e un occhio di bue finale su un album che fu un autentico crinale nella carriera di quel genio improvviso e fugace che si chiama Alberto Fortis.

R-11166604-1511093268-2035.jpeg

SCARICA

http://www.mediafire.com/file/0fpg46w9ldpr4i6/STAG.11%2C%20p.17.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

NON E’ PRIMAVERA- Alessio Caraturo

BASS PARADIS- Mau Mau

ECCO I NEGOZI- Spartiti (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da L.Battisti)

QUESTA NON E’ UNA CANZONE- Zen Circus

L’OROLOGIO AMERICANO- Ivano Fossati

FRAGOLE INFINITE- Alberto Fortis (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

TI DIRO’- Alberto Fortis (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

LIQUIDO BREVE PER BIBO- Alberto Fortis (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

STAG.10 p.7 con G.Fusari

PUNTATA 7- 23 GENNAIO ‘17

IN STUDIO ANDREA KAPPA CAPONERI E  GIANMARCO GIACCIO FUSARI

E quando torna a prendere il suo posto il Giaccio, non può che venir fuori una puntata da collezione, a maggior ragione perché si è sviscerato un album che, comunque la si metta, marchierà a fuoco questo 2017, vale a dire “L’amore e la violenza”, il settimo disco dei Baustelle, un lavoro che, a volerlo sintetizzare in due parole, irrita e irretisce. Ma che si deve ascoltare.

La cover del disco della settimana

Nella prima parte della puntata ne abbiamo ascoltato 3 pezzi, intervallandoli con la prima e unica “Amanda Lear” registrata nel 2005 dal buon Giaccio, che, da signore, ha rinunciato elegantemente a sporgere querela contro Bianconi e Co.

E poi tante altre cose di grande valore, come il ritorno alla discografia di Juri Camisasca insieme a Rosario Di Bella, che i due Sprassolati hanno ammirato dal vivo a Roma qualche giorno prima, un Concato che gioca in casa e rilegge Chico Buarque De Hollanda, un Branduardi che invece rilegge se stesso in francese.

Mino Di Martino in una foto d'epoca

In mezzo a tutto ciò, una vaccata immane come un singolo dell’84 di Camerini, una curiosità della compianta Giuni Russo e una cosa abbastanza sconcertante come Mino Di Martino, a testimonianza di quanto Battiato sia stato, oggi come ieri, seminale.

 

SCARICA PARTE 1  http://www.mediafire.com/file/bc9uop7j7h8dlmm/SPRASSOLATI%2C_STAG.10%2Cp.07_%28con_Giaccio%29%2C_pt.1.mp3

SCARICA PARTE 2:

http://www.mediafire.com/file/v67uxej23peuzvo/SPRASSOLATI%2C_STAG.10%2Cp.07_con_G.Fusari_pt.2.mp3

SCALETTA PARTE 1

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

PACE- Juri Camisasca e Rosario Di Bella

MATTO- Ivano Fossati

BETTY- Baustelle (Rubrica “Gradische le dische?”)

BASSO E BATTERIA- Baustelle (Rubrica “Gradische le dische?”)

AMANDA LEAR- GianMarco Giaccio Fusari (demo 2005)

IL VANGELO DI GIOVANNI- Baustelle (Rubrica “Gradische le dische?”)

SCALETTA PARTE 2

TUTTO IL SENTIMENTO- Fabio Concato (rubrica “Cover the rainbow” da C.B De Hollanda)

PIZZA BREAK- Alberto Camerini (Rubrica “Luci e Ombre”)

LE DON DU CERF- Angelo Branduardi

BASTA CON LA MUSICA GIOVANE PER I GIOVANI- Mino Di Martino (Rubrica “Era un uomo così, ma con delle possibilità”)

ILLUSIONE- Giuni Russo

La "copertina" del demo giaccesco con la prima e unica "Amanda Lear"

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI, p.3 (con intervista a Marco Iacampo)

PUNTATA 3- 23 DICEMBRE ‘15

IN STUDIO ANDREA KAPPA CAPONERI CON UN’INTERVISTA A MARCO IACAMPO

La puntata prenatalizia, che poi è anche l’ultima dell’anno, ha sempre qualcosa di speciale. Quest’anno non abbiamo fatto in tempo a metter in piedi il tradizionale “Speciale Bimbidine”, ma abbiamo tirato su un puntatone che scànsite, soprattutto grazie a Iacampo, che abbiamo voluto a nostri microfoni per raccontarci “Flores”, un album di strabiliante bellezza che abbiamo ascoltato per lungo e per largo.

Iacampo con i suoi musicisti

Siete ancora in tempo: fatevi un regalo di Natale con le contropalle e portatevelo a casa, questo disco.

Ad aprire e a chiudere due pezzi di Franco Battiato, che a Natale, intendendo non il Natale dello shopping selvaggio, ma qualcos’altro (per chi ci crede: noi no, per esempio), sta sempre bene e in mezzo un Fossati volutamente insabbiato dall’autore che noi, perfidi, abbiamo riesumato. Siamo fatti così, anche a Natale. Checché.

FLORES_IACAMPO_COVER_DEF

La copertina di “Flores” di Iacampo, nostro disco della settimana e, forse, dell’anno

 

SCARICA IL PODCAST:

http://www.mediafire.com/download/w24fkkgv55biiig/SPRASSOLATI_p.03.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

COME UN CAMMELLO IN UNA GRONDAIA- Franco Battiato

LA BAMBOLA- Sara Love (Rubrica “Cover the rainbow”, da P.Pravo)

PITTORE ELEMENTARE- Marco Iacampo (Rubrica “Gradische le dische?”)

Intervista a Marco Iacampo

SANTA CLARA- Marco Iacampo (Rubrica “Gradische le dische?”)

OGNI GIORNO, AD OGNI ORA- Marco Iacampo (Rubrica “Gradische le dische?”)

COME UNA ROCCIA- Marco Iacampo (Rubrica “Gradische le dische?”)

I RAGAZZI CATTIVI- Ivano Fossati (Rubrica “Luci e ombre”)

OCEANO DI SILENZIO- Eugenio Finardi (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI, STAG.8, p.26 con Antonio Fiabane

PUNTATA 26 DEL 26 MAGGIO ‘15

In studio Andrea Kappa Caponeri con un’intervista a Antonio Fiabane

A volte ci si imbatte in dischi che viaggiano in un loro spazio-tempo del tutto peculiare. Non parliamo di quelli che, neoclassicamente, si propongono l’adesione perfetta a un modello passato (per esempio il Nico della scorsa puntata), ma proprio di dischi che scorrono divergenti dai suoni in voga oggi, dischi che ripongono immensa fede nella forma-canzone.

Il nostro sorprendente disco della settimana: "Torna di moda il binocolo" di Antonio Fiabane

Antonio Fiabane, un nome forse poco noto ai più, ma con un retroterra di tutto rispetto (sue diverse canzoni stralunate che portarono al successo anni fa Federico Stragà), è arrivato al secondo album, e questo “Torna di moda il binocolo” ci si è insinuato dentro violentemente e ci ha fatto capire cosa avrebbe potuto/dovuto essere la canzone d’autore dopo l’epoca d’oro degli anni ’70, e cosa invece non è quasi mai stata in grado di essere. Ovvio che c’è venuta voglia di parlarci, con questo tipo, e infatti potete ascoltare una lunga intervista a Antonio Fiabane, inframezzata da diversi brani, nella parte centrale.

Antonio Fiabane

Prima e dopo troverete delle novità (un Appino che si evolve), ripescaggi in proprio (Gianni Meccia, Je ne t’aime plus, Avion Travel) o per interposto artista (il Radius omaggiato da Mauro Ermanno Giovanardi), nonché le nostre consuete Rubriche.

Keep Calm and Suga il podcast!

SCARICA O ASCOLTA

http://www.mediafire.com/listen/1yy0djw0bkcylmj/STAG.8%2Cp.26+con+Antonio+Fiabane.mp3

SCALETTA:

GRANDE RACCORDO ANIMALE -Appino

NEL GHETTO- M.E.Giovanardi & Sinfonico Honolulu (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da A.Radius)

ODIO TUTTE LE VECCHIE SIGNORE- Gianni Meccia.

LA MODA DEL BINOCOLO-  Antonio Fiabane (Rubrica “Gradische le dische?”)

Intervista a Antonio Fiabane

ALBERTOSI- Antonio Fiabane (Rubrica “Gradische le dische?”)

ESTATE 1993- Antonio Fiabane (Rubrica “Gradische le dische?”)

IL PICCOLO CHIMICO- Je ne t’aime plus

I RAGAZZI CATTIVI- Ivano Fossati (Rubrica “Luci e ombre”)

L’ASTRONAUTA- Aviol Travel

IL MIO ANTON SCORDERO’- Naif Herin (Rubrica “Cover the rainbow”, da Cesaria Evora)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

STAG.8,p.15 con ROSSELLA COSTA E FELIX RAINONE

PUNTATA 15 del 3 marzo ‘15

in studio Andrea Caponeri con gli ospiti Rossella Costa & Felix Rainone

Bello che Orvieto, a dispetto della sua tradizionale e aristocratica diffidenza verso tutto ciò che rotola giù dalla rupe, sia invece diventata per alcuni un porto di accoglienza e di amicizia. Così è stato negli ultimi anni per diversi artisti, tra cui Rossella Costa e Felix Rainone, splendida coppia nella vita e sul palco, campani d’origine che da tempo stanno arricchendo il panorama musicale della nostra città, iniettando una sana dose di musica napoletana e brasiliana con forti coloriture jazz.

Rossella Costa e Felix Rainone on stage

Con loro abbiamo, naturalmente, parlato di vita e di musica, e delle infinite intersezioni che ci sono in mezzo, in un percorso musicale che ha toccato varie sponde, tra musica d’autore DOC, suggestioni brasileire, e, su tutto, la Napoli di Pino Daniele e Sergio Bruni.

Notevole anche il ritorno di Bobo Rondelli con un singolo bellissimo su cui hanno messo le mani sia Francesco Bianconi (come coautore) sia il “nostro” Filippo Gatti (produttore).

Per finire un pezzo di Fossati a suggellare il ricordo commosso di una persona cara di rara dolcezza che, assurdamente, ci ha da poco lasciato. Lieve le sia la terra.

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/6u5ufabn1b4i104/STAG.8%2Cp.15+com+R.Costa+e+F.Rainone.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

LAZZARI FELICI- Pino Daniele

INCONSAPEVOLMENTE- Rossella Costa

NON CI VO- Loy e Altomare

GIGI- Fabio Concato

QUALCHE VOLTA SOGNO- Bobo Rondelli

MIRIAMAR (To Miriam Makeba)- Rossella Costa

FUORI DAL TUNNEL- The Flowers (versione cinese per la Rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

SMISURATA PREGHIERA- Fabrizio De Andrè

BUONGIORNO CINQUECENTO- Gino Paoli (rubrica “Supermarkette”)

CARMELA- Sergio Bruni

LA DISCIPLINA DELLA TERRA- Ivano Fossati

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.8, p.12 con APEK e STEFANO PROFETA

PUNTATA 12 del 13 febbraio ‘15

in studio Andrea Caponeri con ospiti Alberto “Apek” Pecorelli e Stefano Profeta

La copertina dell'esordio di Apek

Una puntata insolitamente roots questa, grazie al nostro ospite Apek, al secolo Alberto Pecorelli, torinese, ma di origine (e di recente residenza) orvietana, songwriter che con il suo primo atteso album “From the half light to the shade”, si è messo sulle piste polverose d’America tirandone fuori un disco di country metropolitano che per attitudine e lingua (è interamente in inglese) si proclama subito cittadino del mondo.

Il conduttore, ingobbito per via dello sgabello, con Apek negli studi ROW

LINK– il video di Apek “Last light mile” con la regia di Giovanni Bufalini

Con lui a parlare dell’album, ma più in generale di musica, l’inattesa ma graditissima presenza di Stefano Profeta, musicista e produttore di grande levatura (nel suo carnet nomi come Alan Sorrenti, Don Backy, Amedeo Minghi, Alex Britti, Bobby Solo).

Il gradito ospite inatteso Stefano Profeta (a destra), produttore dell'album di Apek

Apek, oltre a presentarci in anteprima radiofonica diverse belle canzoni del disco, in cui trovano spazio anche omaggi a figure simbolicamente potenti come Syd Barret (la psichedelia inglese è un altro degli ingredienti musicali che sapientemente dosa Apek) e il Grande Torino, ci ha anche portato alcune canzoni di artisti come De Gregori e Battiato, proposte che abbiamo, ovviamente, accolto a braccia aperte.

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/041fvauvd7jasic/STAG.8%2Cp.12+con+Apek.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

I TRENI FANTASMA- Ivano Fossati

SILENT DREAMS- Apek (Rubrica “Gradische le dische?”)

LOST LIGHT MILE- Apek (Rubrica “Gradische le dische?”)

LA DONNA CANNONEFrancesco De Gregori

POWDERFINGER- Mimmo Locasciulli e Cereno Diotallevi (aka F.De Gregori) (Rubrica “Cover the rainbow”, da Neil Young)

TURIN- Apek (Rubrica “Gradische le dische?”)

THE CON OF MEN- Apek (Rubrica “Gradische le dische?”)

LA CURA- Franco Battiato

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.7, p.14

PUNTATA 14- 21 febbraio ‘14

in studio Andrea Caponeri

In pieno fragore sanremese ci piacque farci topi d’archivio, e rosicchiare ancora voracemente pagine ingiallite ma sempre nutrienti: un pezzo polveroso dei Nomadi, una figura eccentrica e originale come Gianni Leone (LeoNero), un gruppo non allineato come i Disciplinatha, e cose curiose di Jannacci e Baglioni (tra l’altro, forse è poco noto, il primo stimava immensamente il secondo). Senza contare il ritorno ruggente di Eugenio Finardi e la chiusura in santa allegria del nostro amico Whisky supportato dal Coro delle Bigotte.

Gianni Leone (LeoNero) a cui è dedicato l’approfondimento della settimana. Definito da qualcuno l’Enrico Cuccia del Rock italiano

Gianni Leone (LeoNero) a cui è dedicato l’approfondimento della settimana. Definito da qualcuno l’Enrico Cuccia del Rock italiano

Ma in tema di ritorni, non ha avuto ancora soluzione il Quizzone degli Sprassolati: chi ci vuole provare?

Play_Quiz

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/24372adnjbzr0ha/STAG.7,_p14.mp3

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

EDITH- Nomadi

COME SAVONAROLA- Eugenio Finardi (Rubrica “Gradische le dische?”)

MODERATO- Eugenio Finardi (Rubrica “Gradische le dische?”)

PRIMO INCONTRO- Balletto di Bronzo (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato…”)

FREMO- LeoNero (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato…”)

TELL ME WHY- LeoNero (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato…”)

OTTO MINUTI- Disciplinatha

IL QUIZZONE DEGLI SPRASSOLATI- Cosa accumuna queste 3 canzoni (ma in fondo potevano essere anche altre)? 

A) SALTIMBANCHI- Enzo Jannacci (da”Fotoricordo”)

B) ESCO CON ROSA- Maurizio Monti (da”L’amore”)

C) VOLA- Ivano Fossati (da “La mia banda suona il rock”)

NEL SOLE NEL SALE NEL SUD- Claudio Baglioni

PAGA VIGLIACCO- Whisky feat. Il Coro delle Bigotte

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione