Archivi tag: Alberto Camerini

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI! p.12

PUNTATA 12- 28 FEBBRAIO ‘17

in studio Andrea Kappa Caponeri

ENZO CARELLA (1952-2017)

Non più tardi di un mese fa avevamo dedicato a quel genio irregolare e isolato di Enzo Carella un nostro corposo approfondimento. Non immaginavamo certo che poche settimane dopo avremmo dovuto dolorosamente ricordarlo ancora. Il 21 febbraio, a 67 anni è morto Enzo Carella, autore tra fine anni ’70 e inizio anni ’80 di dischi bizzarri e originali, davvero fuori da ogni solco consueto. La sua scomparsa è passata abbastanza in sordina sui grandi mezzi di comunicazione, e non ce ne stupiamo. Con Pasquale Panella, poi futuro autore di Lucio Battisti, formò una coppia di geni guastatori della musica italiana: se Pasquale cominciava a minarne la parte testuale con un uso funambolico della lingua, tesa a reinventare un nuovo mondo in cui i legami sintattici e di senso erano a poco a poco annullati, Enzo rivestiva questi testi inusitati (che ancora dieci anni dopo faranno scandalo) con una musica mignotta che impastava su tutto: funky, rithm ‘n’ blues, afrori latini, new wave, dance. Passato il breve attimo di notorietà di “Barbara”(seconda a Sanremo ’79) Carella continuò a sfornare opere insolite, via via con sempre minori riscontri, fino a lunghi periodi di silenzio. Enzo Carella, un grande.

In colpevolissimo ritardo, il nostro disco della settimana (ma anche del 2016)

Sempre in tema di talentacci, la puntata odierna ne abbonda, da Lucio Corsi, cantautore bucolico-surreale giunto al suo primo lavoro sulla lunga distanza (apre il tour dei Baustelle: ne sentiremo parlare) ad Amerigo Verardi, deus ex-machina del nostro migliore indie fin dai mitici Allison Run a fine anni ’80 (il suo nuovo“Hippie Dixit” è un viaggione lisergico che vi ammalierà). E che dire di Nada, signora assoluta della canzone italiana da quasi cinquant’anni, capace di sfornare ancora lavori mirabili e contemporanei come lo splendido“L’amore devi seguirlo”, nostro disco della settimana (sebbene uscito diversi mesi fa: mea culpa)?

E ancora, il ritorno dei gloriosi Mau Mau e degli ancora più gloriosi NCCP che festeggiano i 50 anni di attività con un doppio album pieno di ospiti e amici.

Buon ascolto.

SCARICA:

http://www.mediafire.com/file/07d5hn553hfcwi1/ARRIVANO_GLI_SPRASSOLATI%21_STAG.10%2C_p.12.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

BALANZONE- Alberto Camerini (Rubrica “L’Editoriale”)

LA LEPRE- Lucio Corsi

VOCAZIONE- Enzo Carella

MIRAMARE- Mau Mau

APRITE LE CITTA’- Nada (Rubrica “Gradische le dische?”)

LA CANZONE DELL’AMORE- Nada (Rubrica “Gradische le dische?”)

IN GALERA LE PANETTIERE- Nuova Compagnia di Canto Popolare con Marco Sfogli, PFM, Tullio De Piscopo e Lino Vairetti

BRINDISI AI TERMINALI DELLA VIA APPIA- Amerigo Verardi

LA PRIMA COSA BELLA- Luca Barbarossa & Malika Ayane (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

STAG.10 p.7 con G.Fusari

PUNTATA 7- 23 GENNAIO ‘17

IN STUDIO ANDREA KAPPA CAPONERI E  GIANMARCO GIACCIO FUSARI

E quando torna a prendere il suo posto il Giaccio, non può che venir fuori una puntata da collezione, a maggior ragione perché si è sviscerato un album che, comunque la si metta, marchierà a fuoco questo 2017, vale a dire “L’amore e la violenza”, il settimo disco dei Baustelle, un lavoro che, a volerlo sintetizzare in due parole, irrita e irretisce. Ma che si deve ascoltare.

La cover del disco della settimana

Nella prima parte della puntata ne abbiamo ascoltato 3 pezzi, intervallandoli con la prima e unica “Amanda Lear” registrata nel 2005 dal buon Giaccio, che, da signore, ha rinunciato elegantemente a sporgere querela contro Bianconi e Co.

E poi tante altre cose di grande valore, come il ritorno alla discografia di Juri Camisasca insieme a Rosario Di Bella, che i due Sprassolati hanno ammirato dal vivo a Roma qualche giorno prima, un Concato che gioca in casa e rilegge Chico Buarque De Hollanda, un Branduardi che invece rilegge se stesso in francese.

Mino Di Martino in una foto d'epoca

In mezzo a tutto ciò, una vaccata immane come un singolo dell’84 di Camerini, una curiosità della compianta Giuni Russo e una cosa abbastanza sconcertante come Mino Di Martino, a testimonianza di quanto Battiato sia stato, oggi come ieri, seminale.

 

SCARICA PARTE 1  http://www.mediafire.com/file/bc9uop7j7h8dlmm/SPRASSOLATI%2C_STAG.10%2Cp.07_%28con_Giaccio%29%2C_pt.1.mp3

SCARICA PARTE 2:

http://www.mediafire.com/file/v67uxej23peuzvo/SPRASSOLATI%2C_STAG.10%2Cp.07_con_G.Fusari_pt.2.mp3

SCALETTA PARTE 1

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

PACE- Juri Camisasca e Rosario Di Bella

MATTO- Ivano Fossati

BETTY- Baustelle (Rubrica “Gradische le dische?”)

BASSO E BATTERIA- Baustelle (Rubrica “Gradische le dische?”)

AMANDA LEAR- GianMarco Giaccio Fusari (demo 2005)

IL VANGELO DI GIOVANNI- Baustelle (Rubrica “Gradische le dische?”)

SCALETTA PARTE 2

TUTTO IL SENTIMENTO- Fabio Concato (rubrica “Cover the rainbow” da C.B De Hollanda)

PIZZA BREAK- Alberto Camerini (Rubrica “Luci e Ombre”)

LE DON DU CERF- Angelo Branduardi

BASTA CON LA MUSICA GIOVANE PER I GIOVANI- Mino Di Martino (Rubrica “Era un uomo così, ma con delle possibilità”)

ILLUSIONE- Giuni Russo

La "copertina" del demo giaccesco con la prima e unica "Amanda Lear"

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

PUNTATA 22 DEL 28 APRILE ‘15

In studio Andrea Kappa Caponeri con un’intervista telefonica con Michele Maraglino

La copertina di

Solita puntata schizoide che accosta al il miglior Colapesce al peggior Venditti (domanda: c’è un peggio al peggio? Sì: “Ti amo inutilmente”), uno scherzoso Alberto Camerini a un pensoso Emidio Clementi (splendido il suo “Notturno Americano”), Little Tony a Fausto Amodei. Ma c’è stato anche il tempo per parlare un po’ al telefono con Michele Maraglino, autore di un disco bello e pensato come “Canzoni contro la comodità”, un album da ascoltare con molta attenzione.

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/8ymit8jo9b97a3u/STAG.8%2Cp.22+con+Michele+Maraglino.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

CIAO BELLA- Officine Schwartz

GELATO METROPOLITANO- Alberto Camerini (Rubrica “L’Editoriale”)

I CAMERIERI- Emidio Clementi

CANTO UNA SUORA- Giovanni del Grillo (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da P.Ciampi)

RIEN NE VA PLUS- Enrico Ruggeri

TI AMO INUTILMENTE- Antonello Venditti (Rubrica “Luci e Ombre”)

REALE- Colapesce

COME UN ANNO FA- Little Tony (Rubrica “Cover the rainbow”, da Don McLean)

I MIEI COETANEI- Michele Maraglino, feat. The rust and the Fury (Rubrica “Gradische le dische”)

Intervista a Michele Maraglino

SE NON SAREMO FORTI ABBASTANZA- Michele Maraglino, feat. Francesca Lisetti (Rubrica “Gradische le dische”)

LA RIVINCITA- Michele Maraglino (Rubrica “Gradische le dische”)

QUALCOSA DA ASPETTARE- Fausto Amodei

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.8,p.1

PUNTATA 1, 11 NOVEMBRE 2014

In studio Andrea Caponeri con l’Ospite Grato Lorenzo Grasso

La copertina dell'album a sei mani del trio Fabi-Gazzè-Silvestri

La copertina dell’album a sei mani del trio Fabi-Gazzè-Silvestri

E così si riparte, verso dove non si sa, ma di sicuro con il “cervello in fiamme”, se il buon Charles ci consente il furto.

Come tutte le prime puntate di ogni stagione, c’è sempre l’eccitazione frizzantina di ritrovarsi davanti ai microfoni della nostra bella Radio Orvieto Web, nonché la smania di dire e passare un mucchio di cose, tante sono le uscite discografiche di rilievo che in questi mesi di pausa estiva e di inizio autunno hanno segnato la musica italiana. Per raccapezzarci qualcosa abbiamo chiesto al nostro amico Lorenzo Grasso, anch’egli storica voce della nostra emittente, di darci man forte, soprattutto perché i dischi-novità che abbiamo presentato (quello del trio Fabi-Silvestri-Gazzè e quello di Cristina Donà) sono ben conficcati nei suoi gusti di appassionato di musica.

Lorenzo Grasso in una delle sue più riuscite interpretazioni

Lorenzo Grasso in una delle sue più riuscite interpretazioni

E sono proprio due bei lavori, sia quello a sei mani dei tre gaglioffi della cosiddetta “nuova scuola romana”, che per la prima volta ufficializza un’amicizia e una collaborazione che in realtà dura dall’inizio della loro carriera, sia quello di Cristina Donà, un’artista che amiamo alla follia, una che va sempre all’essenza delle cose e della sua musica.

Cristina Donà: come non volerle bene?

Cristina Donà: come non volerle bene?

 

Ma c’è stato anche altro mondo nella nostra scaletta: un Camerini pazzoide e creativo come mai più, una bella sopresa (nell’accoppiata voce+canzone) da X-Factor, un Gino Paoli che un DJ passò a alto volume in una notte silenziosa, e un Sergio Endrigo che, dopo la sdoganamento battiatesco di uan decina di anni fa, è ormai coverizzato da tutti, per esempio da Gianna Nannini, in un disco di prossima uscita che già si candida al Premio Paraculaggine 2014.

Siate i bentornati, ascoltatori di Arrivano gli Sprassolati!

SCARICA

http://www.mediafire.com/listen/ur1x27m3wgnify6/STAG.8,p.1.mp3

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

PERTURBAZIONE ATLANTICA- Carmen Consoli

ALZO LE MANI- N.Fabi, D.Silvestri, M.Gazzè (Rubrica “Gradische le dische?”)

GIOVANNI SULLA TERRA- N.Fabi, D.Silvestri, M.Gazzè (Rubrica “Gradische le dische?”)

IL DIO DELLE PICCOLE COSE- N.Fabi, D.Silvestri, M.Gazzè (Rubrica “Gradische le dische?”)

NEUROX- Alberto Camerini

NEBBIA- Emma Morton (live)

COSI’ VICINI- Cristina Donà (Rubrica “Gradische le dische?”)

IL SENSO DELLE COSE- Cristina Donà (Rubrica “Gradische le dische?”)

SENZA FINE- Gino Paoli

LONTANO DAGLI OCCHI- Gianna Nannini (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.6, p.13

PUNTATA 13- 22  maggio ‘13 (pomeriggio)

in studio Andrea Caponeri

Sfidammo gli dèi, decidendo, in zona Cesarini di stagione, una doppia puntata: una standard pomeridiana e una speciale in notturna, in compagnia di due amici (nonché appassionati di musica). Gli Dèi, punendo la nostra hybris, ce la fecero pagare, impedendoci il previsto collegamento telefonico con Adriano Modica, autore di un interessante e originale album, “La sedia”, che comunque facemmo assaggiare, in attesa di tempi (e campi) migliori. Che fosse una delle ultime puntate si capisce dal fatto che potevano passare anche due canzoni della stessa rubrica: il tempo striungeva e bisognava sbolognare il lavoro arretrato, sennò chi le sente le canzoni che restano fuori, costrette ad aspettare tutta un’estate prima di poter di nuovo sperare una collocazione in scaletta. E così ecco i 200 Bullets che rifanno, lui meme complice, un Camerini d’annata, un Alloisio recuperato dall’oblio, un Bubola in epoca deandreiana, un capostipite come Mario Pogliotti (la sua “Questa democrazia”, 1961, è incredibile), i Mariposa (Dio, o la sua badante, ce li preservino), che riprendono un nascostissimo Jannacci, e poi altre chicche (un pezzo raro dei primissimi Tetes de bois e un inedito Lucio Dalla a fine periodo Roversi). Prendetene e godetene tutti.

SCARICA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

COMPUTER CAPRICCIO- 200 Bullets feat. Alberto Camerini (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”)

TRE ROSE- Massimo Bubola

MILLE PASSI- Chiara, feat. Fiorella Mannoia (Rubrica “Cover the rainbows”, da Soha)

ANCHE SE NON FOSSE AMORE- Tetes de bois

SI VEDE- Mariposa (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da E.Jannacci)

SPIRITO TEDESCO- GianPiero Alloisio

QUESTA DEMOCRAZIA- Mario Pogliotti

ALIENI- Adriano Modica (Rubrica “Gradische le dische?”)

STELLE SCALZE- Adriano Modica (Rubrica “Gradische le dische?”)

LA SIGNORA DI BOLOGNA- Lucio Dalla (Rubrica “Son fanatico, ma son simpatico!”)

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG2, p.21

PUNTATA 21- 18 marzo ‘09

In studio Andrea Caponeri e GianMarco Fusari

ASCOLTA e SCARICA (con il tasto destro):

http://stream.radiorvietoweb.it/sprassolati/mp3/STAG2%2C%20p.21%20%28intervista%20a%20DENTE%29.mp3

SCARICA

http://www.mediafire.com/?p454l2odaaia30b (NEW LINK)

Dente è stata per noi una rivelazione, già dai tempi di “Baby building”, dal suo album “Non c’è due senza te”. L’uscita di quel capolavoro sospeso tra passato analogico e presente che fu il disco “L’amore non è bello”, usurato dai lettori di tutti noi di Radio Orvieto Web, nonchè la prospettiva di un live a Siena, città niente affatto aliena dalle frequentazioni dello Sprassolato più grande e grosso, indussero il Kappa e richiedere un’intervista al buon Dente, poco prima del concerto, cosa che il tipo concesse con straordinaria affabilità, aiutata forse dal comune culto per “Anima Latina” di San Lucio Battisti. Insomma, una ventina di minuti di belle parole che per due settimane accompagnarono la presentazione dell’album, uno dei più belli (il migliore?) del 2009.

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla)

VOGLI’E TURNA’- Teresa de Sio

UBRIACO CANTA AMORE- Bandabardò

ASPIRINE- Claudio Lolli

Estratto intervista a Claudio Lolli 2: presentazione nuovo album

NON E’ UNA FAVOLA- L’Aura

FATTI UN PIANTO- EquiVoci (cover di Lucio Battisti)

Intervista a Dente, parte 1

DELLA PRESUNTA SANTITA’ DI IRENE- Dente (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

VIENI A VIVERE- Dente (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

TANZ BAMBOLINA- Alberto Camerin

AMI ANCORA ELISA- Lucio Battisti (Rubrica “Luci & Ombre”)

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI!, STAG.2, p.7

PUNTATA 7- 26 novembre ’08

In studio Andrea Caponeri e l’Ospite Grato Andrea “Cicciuzzo” Massino

ASCOLTA e SCARICA (con il tasto destro):

http://stream.radiorvietoweb.it/sprassolati/mp3/STAG2%2C%20p.7%20%28ospite%20Cicciuzzo%29..mp3

SCARICA:

http://www.mediafire.com/?2zk3n2axciaz1xp (NEW LINK)

Approfittando dell’assenza del Giaccio, ridotto in condizione di salute miserrima (come spesso gli capiterà, specialmente prima di concerti e rassegne) il Kappa piazzò là  in apertura un grande pezzo (arrangiato splendidamente) di Claudio Baglioni, non proprio la tazza di tà giaccesca. A fargli compagnia la preziosa partecipazione di Andrea Massino, per anni storico chitarrista degli Altrocanto. In chat fece capolino Silvia, un’orvietana trasferita a Berlino, che ci fece molta compagnia in quella stagione. Poi, dopo che ebbe ottenuto la dedica a un pezzo di Tony Tammaro, si defilò… sniff…

Scaletta dinamica e divertente come poche (anche se un po’ retrò) a guardarla oggi.

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla)

QUANTO TI VOGLIO- Claudio Baglioni

PICCOLO ANIMALE FEROCE- Je ne t’aime plus

LIBECCIO- Max Manfredi (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

QUASI- Max Manfredi (rubrica “Gradischi dei dischi?”)

RAGAZZA SOLA- Stefano Rosso

SFOGO- Squallor

UN GIOCATTOLO- Gianmarco Fusari

UAKADI’ UAKADU’- Nuovi Angeli (rubrica “Luci & Ombre”)

BAMBULE’- Alberto Camerini

ANNA, ANNA MIA- Mimmo Cavallo

IL PRIMO DIO- Massimo Volume

MACCHINA DEL TEMPO- Loredana Bertè (cover da Lucio Battisti)

SON SCIOPPA’- Enzo Jannacci

UNA GITA SUL PO- Gerardo Carmine Gargiulo (sigla finale)

Lascia un commento

Archiviato in Trasmissione